GIARDINIERA O ANTIPASTO PIEMONTESE

La cucina piemontese spesso deriva le migliori ricette dalla cucina povera dei contadini. Anche in questo caso la giardiniera piemontese anche chiamata antipasto piemontese rappresenta bene una preparazione che ha origini molto antiche e semplici. Una volta infatti serviva per conservare a lungo le verdure dell'orto che quasi tutti i piemontesi non delle città avevano.
Oggi la giardiniera è diventata una ricetta tipica molto richiesta per il suo basso apporto calorico ma molto gustosa e profumata, un modo semplice e delizioso per consumare le verdure tutto l'anno e non solo nei mesi estivi.
Gli antipasti piemontesi rivestono un ruolo di primo piano nel menù tradizionale del Piemonte.



INGREDIENTI per ottenere da 10 a 12 barattoli: 

Pomodori maturi 3 kg 
sedano 500 gr 
carote 500 gr 
cipolline  500 gr
fagiolini 500 gr 
cavolfiore 500 gr 
peperoni  500 gr
Foglie di alloro n 3
zucchero 2 cucchiaini
Aceto di vino 1 bicchiere
olio extravergine d'oliva
sale grosso

PROCEDIMENTO:

Lavare accuratamente e tagliare a cubetti della stessa dimensione (circa una nocciola) le verdure. 

 Pelare i pomodori incidendo la pelle e poi passandoli per pochi minuti nell'acqua bollente. 
Tritare finemente 1\2 cipolla e farla rosolare in un poco di olio poi aggiungere le foglie di alloro e i pomodori tagliati grossolanamente e cuocerli per 30 minuti . 

Passare tutto al passaverdura e rimettere il passato sul fuoco e quando bolle, aggiungere le verdure e lo zucchero. 

 Le verdure vanno aggiunte nel seguente ordine: sedano, carote, cipolline, fagiolini,cavolfiore, peperoni, con un intervallo di 10 minuti tra una e l'altra. 

Cuocere ancora 10 minuti dopo aver aggiunto l'ultima verdura, poi unire un bicchiere di olio olio extravergine d'oliva, uno di aceto e un bel pugno di sale grosso e mescolare bene il tutto. 

I barattoli devono essere sterilizzati in forno per almeno 10 minuti, quindi versare la giardiniera nei barattoli e tapparli subito bene rovesciandoli.

La giardiniera o antipasto piemontese accompagna moto bene i salami oppure può essere arricchita con del tonno all'olio d'oliva.

La ricetta della giardiniera o antipasto piemontese è solo una delle tante ricette tipiche che trovate su cucinapiemontese.blogspot.it, tornate a trovarci spesso vi aspettiamo con tante novità.

25 commenti:

  1. se vuoi usare stoviglie biodegradabili vai su www.ilbiodegradabile.it

    RispondiElimina
  2. E' una ricetta di famiglia che faccio piuttosto spesso, ma parto dalla passata già pronta per semplificare i tempi e ne faccio un quantitativo per un uso senza la lunga conservazione.
    La servo completata con tonno e olive nere.
    La mia versione, molto simile la si può trovare nel mio blog alla pagina "A tavola"

    RispondiElimina
  3. Io raddoppio le dosi metto i barattoli al buoi in una credenza e dopo 6 mesi è ancora perfetta... P.S Spettacolare..

    RispondiElimina
  4. Molto speciale veramente. ottima

    RispondiElimina
  5. La si può servire anche arricchita con uova sode.
    Grazie per la ricetta così dettagliata

    RispondiElimina
  6. La vorrei fare chiedo: si può mettere il tonno all'interno? Se si come e quando.grazie anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tonno va messo mezz'ora prima di servirlo, non all'interno dei vasetti. Come periodo meglio fine agosto

      Elimina
  7. Blog fantastico.... complimenti

    RispondiElimina
  8. Nadia Bruzzese20 aprile 2020 11:41

    Anch'io vorrei sapere come e quando unire il tonno.... grazie mille

    RispondiElimina
  9. Buongiorno la si può fare in qualsiasi periodo dell'anno?

    RispondiElimina
  10. Ma qualcuno vuole rispondere o è una bufala

    RispondiElimina
  11. La ricetta è perfetta!!!
    Mia suocera l'ha faceva già così, ed io lo stesso!!! Il tonno l'uovo se si vuole lo si aggiunge quando aprite il barattolo... È buona ssimo

    RispondiElimina
  12. Il tonno direi che si puo aggiungere una volta aperto il barattolo. Personalmente preferisco aggiungerlo alla giardiniera possibilmente un bel pezzo intero, prima di chiudere il barattolo. Il tutto assume molto piu sapore.

    RispondiElimina
  13. Ingredienti per 10 12 barattoli, ok ma di che grandezza?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal peso degli ingredienti 6 kg, penso 12 classici bormioli da 500 ml. (Calcolando il consumo in cottura 10/11 barattoli)

      Elimina
    2. Confermo quello che ho scritto il 3 Settembre. L'ho preparata e con i 6 kg di ingredienti ho riempito 10 classici barattoli Bormioli da 500 ml. .)

      Elimina
    3. Appena finito di farla. Ho usato le quantità indicate e ho riempito 5 vasi Bormioli da 500gr e 6 da 250gr.

      Elimina
  14. 10 12 barattoli.
    Di che grandezza?
    Grazie

    RispondiElimina
  15. Facendo rapporto peso e numero di barattoli, direi quelli da 500 g

    RispondiElimina
  16. Io la faccio cosi ma oltre la passata di pomodoro aggiungo anche della rubra,tonno e uova sode le metto quando apro il barattolo

    RispondiElimina
  17. Questa ricetta già provata ...la rifarò sabato e la trovo veramente perfetta , sempre un successo ...il tonno ,le uova sode e le olive le metto al momento di portare in tavola complimenti!!!

    RispondiElimina
  18. Ho imparato a farla 40 anni fa da mia suocera, lei ci metteva anche una bustina di Saporita, un mix di spezie, per me impensabile farla senza, è un profumo inconfondibile

    RispondiElimina
  19. Quanta passata bisogna mettere al posto dei pomodori x queste dosi?

    RispondiElimina

LASCIATE UN MESSAGGIO QUI SE VI PIACCIONO LE RICETTE O SE AVETE CONSIGLI GASTRONOMICI DA DARE