dp

LA GLORE DI PATATE GRATA'

DIFFICOLTA':FACILE




La glôre gratà è un piatto tipico della cucina piemontese, in particolare della val Chisone in provincia di Torino.
La glôre gratà ha una variante nella glôre a talhioun, che in dialetto patois significa tagliata, dove le patate invece di essere grattugiate sono tagliate a fette. Prossimamente prometto di postare anche la ricetta di questa versione della glôre.

Le patate una volta erano alla base dell'alimentazione dei contadini delle montagne. Una volta la glore di patate era un piatto che veniva preparato nelle singole case poi cotto, come il pane nel forno comune dei paesini o delle borgate della val Chisone.




 INGREDIENTI PER 4 PERSONE

- PATATE 800 gr
- LATTE INTERO 500 ml
-  CIPOLLA 1\2
- PANCETTA 10 gr
- OLIO
- UOVO INTERO n 1
- SALE
- RAMETTO DI ROSMARINO n 1

PROCEDIMENTO

Tritare la cipolla, farla rosolare a fuoco lento in una pentola con un po' d'olio e il rametto di rosmarino. Tagliare la pancetta a cubetti piccoli e aggiungerla alla cipolla, continuare a rosolare il tutto. A cottura avvenuta togliere il rametto di rosmarino.

Accendere il forno a 220°C.


Pelare le patate, lavarle e passarle alla grattugia con i buchi molto grandi come si vede nella foto. Grattugiare le patate in un contenitore capace. Aggiungere l'uovo intero e mescolare, la cipolla e la pancetta rosolate, il latte , il sale e mescolare bene il tutto. Lasciare riposare la glôre per una decina di minuti perché il tutto si insaporisca, quindi mescolare bene.
 
Se decidete di mettere la glore in uno stampo grande ungetelo con olio, altrimenti vi consiglio di utilizzare le formine in silicone, che non hanno bisogno di essere unte, facendo delle monodosi come ho fatto io. Versate il composto della glore di patate gratà negli stampini avendo cura di versarvi anche la parte liquida. 
Quindi infornate per un'ora nel forno 220° C.

Servire ben calde come contorno per arrosti o selvaggina in civet.





Le ricette tipiche della cucina piemontese su:cucinapiemontese.blogspot.com